FANDOM


Image5
Minosse, re di Creta, aveva pregato Poseidone di inviargli un toro per un sacrificio, ma vista la bellezza dell'animale aveva deciso di tenerlo per sé.

Poseidone, infuriato perchè Minosse non gli aveva sacrificato il toro, lo rese selvaggio, e fece in modo che Pasifae, moglie di Minosse, si accendesse di desiderio per questo toro. La donna dunque, innamorata del toro, trovò un alleato in Dedalo, l'architetto, che era stato bandito da Atene per un omicidio. Egli costruì una vacca di legno montata su ruote, con l'interno cavo e ricoperta da una pelle bovina; la collocò nel prato dove il toro era solito pascolare, e Pasifae vi entrò dentro. Quando il toro le si avvicinò, la montò come fosse una vacca vera. Così la donna partorì Asterio, chiamato Minotauro: una creatura con la testa di un toro e il corpo di un uomo.

Il termine Minotauro unisce il prefisso "minos" (che presso i cretesi significava re) con il suffisso "tauro" (che significa toro).

Minosse, seguendo l'indicazione di alcuni oracoli, fece costruire il Labirinto di Cnosso per rinchiudervi il mostruoso Minotauro.

Il labirinto era un intrico di strade, stanze e gallerie, costruito dal geniale Dedalo con il figlio Icaro, i quali, quando ne terminarono la costruzione, vi si trovarono prigionieri. La città di Atene, sottomessa allora a Creta, doveva inviare ogni anno sette giovani maschi e sette fanciulle da offrire in pasto al Minotauro, che si cibava di carne umana.

Quando venne il momento di effettuare la terza spedizione sacrificale, Teseo, figlio del re di Atene, si offrì volontario per andare ad uccidere il mostro. Promise al padre Egeo che, in caso di successo, al suo ritorno avrebbe issato sulla nave delle vele bianche invece di quelle nere che indicavano una situazione di lutto.

Arrivato a Creta, Arianna, la figlia di Minosse, si innamorò di lui e lo aiutò a ritrovare la via d'uscita dal labirinto dandogli una matassa di filo che, srotolata, gli avrebbe permesso di seguire a ritroso le proprie tracce. Teseo promise alla fanciulla che dopo aver compiuto l'impresa l'avrebbe sposata.

Trovato il Minotauro, Teseo lo uccise a mani nude e riuscì a uscire dal labirinto seguendo la strada indicata dal filo di Arianna.

Arianna fuggì con lui e gli altri ateniesi verso Atene ma Teseo la fece addormentare per poi abbandonarla. Quando Arianna si accorse di ciò che era successo, lo maledisse e pianse talmente tanto che il dio Dioniso la trovò e la prese in sposa e, per le nozze, le fece dono di un diadema d'oro creato da Efesto che, lanciato in cielo, andò a formare la costellazione della Corona Boreale.

Intanto Teseo si apprestava a rientrare ad Atene ed aveva issato la vela bianca per comunicare al padre la vittoria, ma durante una tempesta un fulmine la lacerò. Non c'erano altre vele di questo colore, e il giovane dovette rimettere quella nera, facendo comprendere al padre, quando vide la barca al ritorno, che il figlio non era riuscito a compiere l'impresa. Egeo, disperato, si gettò dalla scogliera e affogò, in un mare che si chiama ancora oggi Mar Egeo.

Questo mito è stato vivo e presente nella cultura Europea e variamente elaborato per oltre tremila anni.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale