FANDOM


Criseide e Briseide

Criseide è il patronimico utilizzato da Omero nell'Iliade per denominare la fanciulla Astinome. Criseide fa parte della mitologia greca, è figlia di Crise sacerdote d'Apollo. Nel primo libro dell'Iliade, Criseide viene fatta prigioniera da Agamennone, che la reclama come bottino di guerra. Il padre Crise offre una ricompensa elevata in cambio di sua figlia, ma Agamennone non cede. Apollo, di cui Crise è sacerdote, scatena una pestilenza tra l'esercito greco, per fermare Agamennone e l'esercito Troiano. Agamennone è quindi costretto a rinunciare a lei; in cambio però pretende di avere Briseide, schiava di Achille, atto che offende il guerriero profondamente; perciò si rifiuta di proseguire la guerra contro Troia.

Questi fatti testimoniano come la donna, o meglio la schiava, veniva trattata: come una cosa, le schiave venivano considerate come dei veri bottini di guerra. Alla donna, l'opportunità degli uomini di diventare eroi, non è consentita, la sua vicenda si gioca nell'ambito della vita ordinaria prescritta ai mortali. Esiste in quanto compagna ed in riferimento ad un compagno. In guerra le donne sono il bottino da conquistare, e sono più preziose quanto di maggior rango sociale. Il rispetto che le è concesso è legato alla parentela con un uomo: madri, spose, sorelle di eroi, quando questi sono morti in campo, non hanno più difese da opporre ad un destino di schiavitù. La virtù delle donne è particolarmente incentrata su attività più manuali, come la filatura al telaio,la preghiera e la protezione dei beni del padrone di casa, compresi i figli generati con lui.



http://it.wikipedia.org/wiki/Criseide

http://it.wikipedia.org/wiki/Briseide

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale